WN Aprile/Maggio 2022

Con mareggiata incombente, prima di muovere il “bus” verso ovest… stamattina c’è giusto il tempo per fare il lancio del numero di Aprile/Maggio di Wind News che la settimana prossima va in distribuzione.
Se tutto va bene e se la spedizione Posta Premium Press, che spesso ha consegnato gli ultimi numeri nel giro di un paio di giorni, non fa cilecca… ci sono buone possibilità che molti dei nostri abbonati abbiano il giornale nella casetta della posta prima di Pasqua!

Spedizione in abbonamento postale da mercoledì 13 aprile*
(* calcolate almeno la solita settimana perchè si cominci a ricevere a casa)

Spedizione per la distribuzione in edicola da venerdì 15 aprile**
(** calcolate almeno una settimana da tale data perchè si cominci a vedere in edicola)

IN THIS NUMBER

News di Aprile/Maggio 2022

 

News in salsa windsurf, foil, wing e pure un sacco di “rumors”con cosette sfiziose ed interessanti da leggere… spulciando qua e là, salta fuori pure un freetest di un mast rdm 400/19 in… vetroresina, che ci ha positivamente colpito, ma non in testa 🤣!

Insider 84
Chi ben comincia…

Finalmente la stagione agonistica è partita a fine febbraio, con una prima gara ufficiale PWA Wave che fa ben sperare anche per tutto il movimento windsurfistico. Il livestreaming è stato seguitissimo, segno che quando ci sono le onde di mezzo, si riaccendono gli animi di tutti gli appassionati. Cabo Verde… buona la prima e per la sua rubrica l’insider, che pure aveva scritto un sacco di altra robetta sfiziosa, visto il tanto materiale che c’è “stipato” in questo numero e il poco spazio rimasto, si è dovuto accontentare di analizzare i retroscena della gara… ma sei “belle” pagine ci sono scappate lo stesso!

 

 

Toys 2022
Severne , Simmer, Ensis…

 

Continua la premiata serie riguardante i nuovi “giocattoli” per la stagione ‘022 o… 023?! Certo è che la pandemia ha un po’ rivoluzionato il tradizionale calendario di uscite delle varie novità e non c’è più una stagionalità così precisa come un tempo.
Per non perdere il bandolo della matassa, questa volta siamo andati a scoprire la rinnovata collezione delle vele di Simmer Style, la novità tra le tavole e le vele di Severne Sails e, visto che il wing foil sta imperversando in lungo ed in largo nei nostri spot, siamo andati a dare anche un’occhiata ad un brand “specifico”come Ensis, che propone un’offerta di prodotti in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza dei winger, da chi inizia a chi è già ad… alti livelli!

 

 

Percorso race-oriented: lesson 13
Quanto è importante usare un set di vele dello stesso brand?!

Sia tra i regatanti che tra i non-regatanti in molti hanno il set di vele slalom, foil e formula con una composizione fatta di marche diverse (o meglio dire modelli diversi). Anche Dario Mocchi ITA-8080 in passato, ha avuto vele di diversi brand.
Ma le domande da porsi sono due: quali sarebbero i vantaggi di avere vele dello stesso marchio rispetto ad avere vele di marchi differenti?
Quale marchio si presta meglio alle nostre caratteristiche e preferenze?
In questo articolo troverete spunti concreti per entrare in acqua e primeggiare perché l’obiettivo di questa rubrica è… tirare fuori da voi e dalla vostra attrezzatura il meglio delle performance per primeggiare nel tuo spot e avviarti al mondo delle regate.
E appunto dopo tutti questi articoli è il momento di… entrare in regata nel 2022! Dopo due anni di pandemia abbiamo capito che è meglio non rimandare, anzi, è l’anno giusto per recuperare gli arretrati: Dario è così  andato a dare un occhiata a cosa offre il calendario AICW 2022…

 

Le interviste di Wind News
4 chiacchiere con Patrik Diethelm

 

Era un po’ che mi frullava in testa l’idea di intervistare Patrik Diethelm, titolare dell’omonina factory… ma quando mi sono deciso, ancora in tempi di pace, non avevo considerato la possibilità che Diethelm avrebbe potuto non trovare il tempo per rispondere perchè in questo periodo in Australia, dove ormai vive “in pianta stabile” dall’inizio della pandemia, la stagione è nel pieno dell’attività.
E dopo pochi giorni è scoppiata la guerra in Ucraina dove Patrik ha avviato negli ultimi anni la propria fabbrica, nelle vicinanze di Kiev, dove vengono realizzate alcune linee di tavole… la produzione ovviamente si è fermata con l’inizio della guerra, ma per fortuna la fabbrica e tutti i lavoratori stanno bene. Nonostante la difficile situazione, Diethelm ha avuto la voglia di dedicarci un po’ del suo tempo…

 

Local Area
Lazio, Campania e dintorni, più…

 

Con Luigi, il nostro prezioso reporter dalla Sicilia, ancora desaparecidos, ma intenzionato a rientrare… siamo “rimasti” con Roberto, appena rientrato invece a casa dal profondo nord, che si è beccato, negli spot intorno alla capitale,  una tre giorni più uno di vento furioso da nord/est e nord/ovest con tanto di sole, tanto che ha “partorito” pure un test… mentre Paolo alla prese con un insofferenza atavica per le feste comandate si è ritrovato con una stecca di uscite sempre più rare, visto che la tramontana quest’anno la sta facendo da padrona e oltre ad abbassare le temperature fastidiosamente, appiattisce il mare rendendo anche la pratica del surf sempre più una chimera… tanto che l’unica uscita, degna di nota, risale ad un mese fa  in quel di Torre Canne. E a Ele, la fidanzata del surfista, questa volta ci ha pensato il caporedattore…

 

 

Dimensione windsurf
Quale setup è meglio per le tavole Freewave?

 

Da decenni le tavole da windsurf Freewave o Freestylewave (anche semplicemente FW ) sono tra le più vendute sul mercato.
Con volumi che vanno in genere dai 85 ai 125 litri circa (ci sono anche misure più piccole e più grandi) e una larghezza dai 60 ai 70 cm circa. Queste tavole sono cosi amate perché hanno una vasta gamma di utilizzo. Le tavole FW si possono infatti “settare” con assetto Freeride (4 Straps esterne e pinna centrale Single Fin), oppure assetto Freewave con 3 Straps interne e assetto Thruster, cioè una pinna centrale più corta e pinne laterali. Però si può anche usare con 3 Straps e solo pinna centrale!
Ma quale configurazione è la più adatta a voi?
Il nostro esperto Robert Hofmann ci propone un’analisi completa dei vari “settaggi” che più completa non si può…

 

Test windsurf, test foil, test, wing…
Sette del 2022!

 

Da un parte i test di tavole e vele del windsurf “duro e puro”… dall’altra le prove tavole da foil windsurf e degli stessi foil, da un’altra parte ancora prove o meglio assaggi di  wing… questa volta non ci siamo davvero risparmiati!
Per quanto riguarda il windsurf vero, beccatevi il test, parecchio “primaverile” del Tabou Rocket 135 Team e quello parecchio ancora “invernale” della Naish Sails Force 4 4.5…

Per quanto riguarda le tavole da foil windsurf e degli stessi foil da windsurf, non vi rimane che leggere le prove del Tahe Techno Wind 130 package, in pratica il test di tavola, foil e rig “dedicato”, del Patrik A.I.O. 6’6” WS, del foil Gunsails HY-FOIL FR 900 e del SabFoil (non è una nuova creazione del nostro capo redattore… 🤣🤣🤣, ma l’italianissima Sabfoil che prima si chiamava Moses, pare sia un’azienda leader mondiale in questo campo) Vento 85.

E giusto per non farci mancare nulla, siamo andati nel difficile perchè questo è il primo vero e proprio test (ci vuole il nostro coraggio a chiamarlo così… ah, ah, ah!) di un wing abbinato al foil. Nei casi precedenti, data l’inesperienza ed anche la vera e propria allergia al wing di alcuni esimi componenti del nostro test team “ufficiale”, ci siamo dovuti “appoggiare” ad amici che già “masticavano” un po ‘di wing e, negli ultimi mesi, al nostro tester in materia, il famoso Matto, appena “riammesso” nella WN family, dopo anni di kite… per il Reptile Bora Wing 4.5 abbiamo fatto da soli!

 

 

Wing Tech lesson three:
approccio alla strambata!

 

Dopo le ripetute partenze, cadute, ripartenze, cadute… siete riusciti a fare i primi bordi sul piantone. Prima di dedicarci alla strambata fate attenzione alla vostra posizione in andatura: all’inizio vedo molti che piegano eccessivamente le gambe dando in questo modo troppa pressione sul piantone. Quindi posizione eretta e come in tutti gli sport d’acqua, le gambe servono per ammortizzare il moto ondoso e le braccia ammortizzano eventuali rinforzi o cali di vento…. con l’aiuto di Claudio “Radikal”, in veste di tutor, andato a vedere come approcciare alle prime strambate con il wing!