SOMWR 10x Cabo Verde World Cup – Day 1

I dubbi e le incertezze legate alla tappa wave di Cabo Verde che apre il PWA tour 2022 (della serie… sarà sicuramente cancellata, non ci sarà vento e compagnia bella!) sono state, puntualmente, spazzate via dalla prima giornata di gara a Ponta Preta con onda a volte “logo high” che ha permesso di dare un bella scremata ai rider nel primo single elimination.
Con un tabellone pazzesco, visto i pochi nomi dell’élite del wave mondiale mancanti all’appello (Marc Paré, Jaeger Stone, Leon Jamaer e Alex Mussolini giusto per nominare i più famosi…) sin dal prime heat si è capito che non si scherzava affatto… i giovani rider di belle speranze del calibro di Takara Ishii, Gil Gherardi, Loïck Lesauvage e company, hanno dovuto fare i conti con la vecchia guardia che ha subito fatto capire che sarà dura scalzarli giù dalle onde.
Nell’ordine Thomas Traversa  e Camille Juban (nuovo rider appena entrato alla “corte” di Aurelio nell’italianissima AV Boards) passano il turno seguiti a ruota nella heat successiva dalla leggenda locale, Josh Angulo e dal 36enne Ricardo Campello.

Pure i “Maui Boys”, Graham Ezzy e Robby Swift  sono sembrati di casa a Ponta Preta ed hanno facilmente guadagnato il loro posto nel round successivo.
Anche il vice campione del mondo del 2019, Marcilio Browne e l’ex due volte Aloha Classic Champion, Morgan Noireaux sono approdati abbastanza tranquillamente al secondo round.
Le prime sorprese si sono viste nella heat 5, quando il 3 volte campione del mondo, Victor Fernandez è caduto nel round di apertura, lasciando via libera a Schettewi e Dunkerbeck junior che hanno fatto lo “scalpo”, il più grande della loro carriera, allo spagnolo.

Nell’heat successiva, Antoine Martin (che sfoggiava le nuove leggerissime, a dire di chi ha potuno toccarle dal vivo, North Sails da wave) è apparso tanto in palla che la heat si è rapidamente trasformata in una lotta per il secondo posto, guadagnato da quel vecchio leone di Boujmaa Guilloul che ha eliminato gente del calibro di Loïck Lesauvage e Josep Pons.
Il duo francese formato da Baptiste Cloarec  e Jules Denel ha dominato la penultima heat di giornata dove il ventunenne Cloarec ha guadagnato anche il punteggio più alto della giornata con delle sulfate sontuose.
L’ultima heat della giornata ha regalato un altro colpo di scena,  quando il campione del mondo in carica, Philip Köster è stato subito castigato ed eliminato nel round di apertura da  Bernd Roediger e Takuma Sugi che hanno entrambi sfoderato prestazioni brillanti per avanzare nella top 16.

A questo punto vento e onde che dovrebbero continuare fino ad oggi e lo  swell dovrebbe aumentare a 2,6 metri in 11 secondi, ma virare leggermente più da nord, quindi ci sarà solo da aspettare di vedere come le onde colpiranno Ponta Preta…

More info clicca qui.
Photos © PWA/Carter