I primi 10 del 2022…

Stiamo parlando dei giorni delle vacanze di inizio anno, appena finite, passate di nuovo a casa come d’altronde quelle del 2021…
E di nuovo saltata, a causa della diffusione della variante Omikron del virus Covid19, la, un tempo, tradizionale mission di fine anno a Sal… ci siamo accontentati di sfruttare le condizioni locali. Tutto sommato, grazie alle temperature fin troppo miti di parte delle vacanze… abbiamo fatto un sacco di uscite da Natale fino a ieri, quando ci è scappata un’altra bella session di sup tra le onde (inaspettate visto anche la “taglia” tutto sommato apprezzabile) del nostro home spot.

Il fatto di essere solo in quattro in acqua, due in surf e due in sup, complice il sole, la temperatura in risalita all’ora di pranzo e le onde… non ci hanno fatto troppo rimpiangere di aver mancato una gelida “matinée” in windsurf in quel di Noli.
E a proposito di Noli, dopo la tiepida uscita del 4 gennaio ad Andora, ha cominciato a soffiare un discreto regime di tramontana che ha subito riportato le temperature ad un livello più consono al mese di gennaio… l’epifania e il giorno successivo hanno regalato condizioni discrete al mattino presto.
Ad un’ora più consona al regime vacanziero, a temperature “adeguate” ai liguri e alla pratica del windsurf senza doversi bardare come dei palombari 🤣… ci siamo imbattuti nello spot di “SpotorNoli” in un “signore” con il wing e un bambino con il windsurf, che surfavano fianco a fianco… un paio di vecchie e nuove conoscenze! Vecchie con il nostro wing tester, il famoso Matto, che non conosce ostacoli o freddo che sia, nel suo progredire nella pratica del wing e nuove, con il giovanissimo Filippo, ultimo genito della dinastia dei De Pedrini… che se la surfava allegramente senza trapezio e con una temperaturina abbastanza rigida, tanto da far “bruciare” le mani.
E a “guidarlo” da riva c’era anche il padre, il caro vecchio Don Pedro, che insieme ad altri noti esponenti dei regatanti locali degli anni 90, si è preso la “malattia” del wing attrezzandosi di tutto punto…
Niente di meglio per l’occasione di una bella rimpatriata… mentre il piccolo Filippo e l’esperto 🤣 Matto si cimentavano nella traversata Lega – Bagni Mediterranee… come dire che con il Matto a far da guida… stai ‘n una botte de fero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rispondi per proseguire *