Test NeilPryde XRyde 7.2 2019

NEILPRYDE logoLa NeilPryde XRyde, inserita nella famiglia X:Series, deriva chiaramente dalla precedente e apprezzata Ryde e interpreta il ruolo di vere freeride sail. Una vela che per tutte le sei misure disponibili prevede la configurazione a 6 stecche e zero camber e che può essere armata tranquillamente anche con alberi rdm. La X:Ryde non implementa tutte le chicche costruttive evolute della serie Core, ma allo stesso tempo questo aspetto permette di averla ad un prezzo decisamente competitivo per una vela di un top brand come NeilPryde.

Su una vela freeride di questo tipo, l’assenza di dettagli costruttivi all’ultima moda non si sente particolarmente, mentre si fa sentire il risparmio. Il look è quello degli altri modelli della X:Series che abbiamo già testato (X:Move e X:Wave) e il peso contenuto caratterizza la X:Ryde. Lo shape classico freeride con il taglio in bugna permette di essere armata con lunghezze di boma veramente contenute. Questa 7.2 è stata disegnata su alberi 430 e potendo contare sulla compatibilità degli rdm, permette di usare albero-boma che probabilmente abbiamo già per vele più piccole.

Il trim è immediato con il “suo” NeilPryde SPX 90 430/21: 34 cm previsti di prolunga e con le tacche di riferimento sul ferzo superiore si riesce facilmente a settarla correttamente in base al vento. Lavorando di un paio di cm in bugna si riesce a giocare sul profilo, dosando la potenza della vela. Rispetto alle sorelle maggiori NeilPryde Speedster e V8 la X:Ryde, specialmente se usata con albero rdm, è decisamente più maneggevole e leggera in manovra e agevole in fase di partenza dall’acqua, ripagando con un confort ineguagliabile. Range che si riduce nel vento forte, a causa della minore stabilità del profilo a sole sei stecche.

Impagabile comunque il fatto di poter essere armata con un 430 rdm, per coloro che non sono abituati ad usare materiale grande. Proposta solo nella colorazione della X:Series e senza l’alternativa HD con finestra tramata, possiamo comunque dire che in sintesi è una vela che fa l’occhiolino ai veri freerider che hanno il divertimento e il relax nel proprio mantra, per uscite a zero stress!

NB: clicca sull’immagine sotto per leggere il test in HD

NeilPryde XRyde 7.2 2019

Visita il sito NeilPryde Windsurfing

Altri Test Wind News Magazine

Test Tavole: BIC Sport, Goya, JP Australia, Patrik, RRD, Simmer Style, Tabou

Test Vele: Challenger Sails, Duotone, GA Sails, Gun Sails, Naish Sails, NeilPryde, Phantom, RRD, Sailloft Hamburg, Simmer Style

Test NeilPryde XRyde 7.2 2019 ultima modifica: 2019-12-31T16:43:44+01:00 da cassik