Test NeilPryde X:Move 6.2 2019

NEILPRYDE logoDopo aver elogiato per varie stagioni la Fusion, questa volta abbiamo testato la NeilPryde X:Move, vela che ne ha raccolto il testimone nel catalogo NeilPryde. Dalla Fusion eredita molte caratteristiche, restando la crossover della gamma e ponendosi a confine tra la linea freeride e la linea wave. Anzi questa è la caratteristica che la differenzia maggiormente da altre crossover sul mercato che sono molto più delle freewave. La X:Move si fa, infatti, notare per una lunghezza di boma maggiore, che regala un livello di potenza non indifferente e che quindi è più coerente con le necessità di chi cerca una vela che possa essere usata con più tavole e più condizioni. Oltre la 6.2, la linea comprende anche la 5.3, 5.7 e 6.7, tutte armabili con un unico albero (430) e un solo boma (160/220).

La costruzione segue le linee guida usate per la linea X:Series che abbiamo già visto sulla X:Wave. Mancano quindi le caratteristiche costruttive usate nella linea wave core, ma ritroviamo la costruzione HD con finestra completamente tramata e la grafica molto semplice bianco-arancio e una configurazione a 5 stecche. La 6.2 ha un boma di ben 191 cm, rspetto ad esempio, alla pari misura X:Wave che di centimetri ne misura solo 184. Giocando proprio sulla bugna, è possibile estendere notevolmente il range di utilizzo della X:Move. L’abbiamo testata in abbinamento ad un freeride sportivo di 116 litri e ad un freestylewave di 103 e cioè le tipologie di tavole che, insieme ai freemove, riteniamo rappresentino l’abbinamento perfetto per questa misura. Nelle misure più piccole non abbiate paura ad abbinarla ad una tavola wave, specialmente per i pesanti che la troveranno una degna sostituta della power-wave Atlas non più in catalogo. Il comportamento in acqua è più che positivo, senza mostrare lacune di sorta. Se proprio vogliamo trovare il pelo nell’uovo, oltre alla grafica già citata per la X:Wave, è proprio la generosa lunghezza del boma a essere un po’ troppo ingombrate nell’uso sulle onde, ma in fondo quanti waver comprerebbero una crossover per fare wave?! Per tutti gli utilizzi cross, non coglierete mai questa X:Move in fallo.

NB: clicca sull’immagine sotto per leggere il test in HDNeilPryde XMove HD 6.2 2019

Visita il sito NeilPryde Windsurfing

Altri Test Wind News Magazine

Test Tavole: BIC Sport, Goya, JP Australia, Patrik, RRD, Simmer Style, Tabou

Test Vele: Challenger Sails, Duotone, GA Sails, Gun Sails, Naish Sails, NeilPryde, Phantom, RRD, Sailloft Hamburg, Simmer Style

Test NeilPryde X:Move 6.2 2019 ultima modifica: 2019-12-30T13:32:49+01:00 da cassik