Miro nella selva oscura…

Non è l’inizio di un poema, ma un indizio ben preciso che nella “selva” del parcheggio della nostra redazione, le novità a sfondo windsurfistico spuntano come funghi…
E la cosa, per un attimo mentre scattavo le foto, mi ha riportato indietro, ad ormai ben più di 20 anni fa, quando l’allora team di Wind News (per fortuna più o meno siamo sempre gli stessi…), con il portafoglio che faceva più eco di ora… c’è nessunoooo?! Ah, ah, ah… per poter prolungare ancora di un po’ la sua permanenza a costo quasi zero nella splendida guest house di Charline a Maui, era stato incaricato dalla padrona di casa di far pulizia nella selva, quella veramente inaccessibile, del suo giardino.
Ad ogni taglio di cespuglio o soltanto spostando l’erba per far pulizia, erano cominciate a saltar fuori dai posti più reconditi del giardino, tavole da windsurf, da onda, vele, boma, alberi…. “abbandonati” da anni a fine vacanza o soltanto lasciati lì temporaneamente, sperando di ritornare a breve, dai vari clienti della guest house!
Un vero e proprio sogno ad occhi aperti… che magari prima poi vi racconteremo!
Tornando a bomba a noi… nella più “accessibile” selva del parcheggio, questa volta è spuntato un nuovo wave “cicciotto”, nato dalle sapienti mani dello shaper locale Miro, che non è detto, viste le previsioni dai “cugini” francesi, che non si riesca a provare tra le onde già in questo week-end.
Qualcuno, per far prima, l’ha già caricato sul velocissimo VW T1 e se partiva ieri magari per domenica in giornata, era alla Cudù… ah, ah, ah!
A parte gli scherzi, litraggio, misure e costruzione, per ora rimangono top secret… vi diciamo solo che il peso si attesta sotto i 6 chili… ma ne saprete di più a breve!

 

Miro nella selva oscura… ultima modifica: 2019-05-10T11:17:16+02:00 da smink

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rispondi per proseguire *