Il Boot di… Eugenio!

Fuori tempo massimo per essere pubblicato su Wind News di Febbraio/Marzo 2019 in distribuzione da questa settimana (a proposito oggi pomeriggio trovo il tempo di pubblicare la “scaletta” del numero), eccovi un report (con qualche gustoso “rumors” in più rispetto a quello che potete leggere sul cartaceo…) della 50esima edizione del Boot di Duesseldorf da parte di chi ormai da ben sei edizioni lo presenzia e se lo sciroppa dall’inizio alla fine!
Stiamo parlando dell’amico Eugenio Patrone di Surf Star al quale lasciamo subito la parola.

A manifestazione conclusa, resta sempre il dovere di dire che a tutt’oggi il Boot, grazie anche al fatto di essere inserito nel contesto di uno tra i più quotati saloni internazionali della nautica, si conferma il più importante evento nell’ambito dei board sports acquatici a livello mondiale.
Ne è la prova il fatto che i più grandi windsurfisti, surfisti, kiter, supper attuali e meno attuali, giovani e meno giovani, da qualche anno a questa parte si scomodino dalle loro calde e ventose location di ogni parte del mondo per presenziare e portare il loro supporto tecnico e di immagine ai vari brand.
Passerelle di personaggi importanti che hanno reso grande il nostro sport, come Robby Naish, Bjorn Dunkerbeck, Victor Fernandez, Ross William, Philippe Koster, Lena Ederl, Sara Quita, Airton Cozzolino ecc… ecc… hanno fatto da cornice agli stand per chi, in cerca di un autografo, un selfie, un consiglio li affollava incuriosito ed entusiasta.
Esibizioni e contest non sono mai mancati e hanno sempre riempito i palinsesti giornalieri della fiera; dall’ormai famosa onda artificiale con le gare indoor di surf e sup, alla piscina con il cable, dove quest’anno hanno organizzato il primo contest indoor di windsurf town-in.
A darci un segnale su l’importanza dell’evento è anche il fatto di vedere tornare marchi prestigiosi, da tempo assenti ingiustificati, con tanta voglia di fare e riprendersi quello spazio che avevano un po’ lasciato “incustodito”.

Tipo Gaastra & Tabou (del quale ritorno in qualche modo ne sono un po’ complice, in qualità di loro promoter in Italia e assiduo espositore nell’area dei watersportcenter con i centri della SurfStar di San Teodoro e Porto Pollo), Duotone presente a tutta forza per imprimere sempre di più il marchio sul mercato, Point 7, direttamente nella persona di Andrea Cucchi, tornata al salone dopo 10 anni ha riempito l’area con tutto il suo “total black look”…
Molte le aziende espositrici che hanno approfittato di questa rassegna per presentare in anteprima le loro novità, ma i marchi che in particolar modo avevano qualche cosa in più da dire sono state a mio modo di vedere tre.
Finian Maynard, presente con la sua nuova linea di tavole race INVICTUS create dalle sue mani e brandizzate con il nuovo marchio FMXRacing, al momento propone 5 modelli: il 74 speed oriented, il 94 – 114 – 144 slalom race e l’HYPERION 184 per il foil race.

Gun Sails presenta la vela wave con la quale sembrerebbe voler entrare in un segmento di mercato che fino ad oggi non le è mai appartenuto, quello delle vele a caro prezzo! Infatti in anteprima ha presentato la Membrane. Dall’aspetto aggressivo e robusto colpisce fin da subito l’outline grazie alla costruzione interamente in X-Ply  resta una bella sfida per la casa tedesco/spagnola.
Per farvene un’idea vi invito a vedere un breve video di presentazione.

Gaastra & Tabou, dopo essersi fatti attendere qualche mese di troppo, finalmente presentano in anteprima la loro produzione windfoil.
Una pinna Freerace oriented, 2 tavole dedicate, l’AIRIDE 91 costruito rispettando le misure per chi vuol fare del race, e l’ AIRIDE 81 rivolto invece ad un segmento più freerace in due costruzioni Carbon o AST. In cantiere la casa tedesca ha anche in progetto di accontentare il FREERIDE con un Bullit foil ready, una vela 2 cam o no cam e una pinna piu corta e powerbox. 1 Sup Foil e il Kite Foil chiudono la rassegna della produzione dedicata a questa nuova disciplina di casa Gaastra & Tabou.

Il rumors più di peso del momento sembra essere la notizia del fatto che sia confermato l’ingresso sul mercato del marchio North Sails sia nel windsurf che nel kite e sembra sia anche supportato da nomi illustri che hanno fatto la storia del nostro sport. Quindi per gli amanti dello storico brand, c’è ancora una buona speranza e un mare di sorprese!
Insomma, come avevo già scritto nel report dello scorso anno e previsto in quello ancora prima, la presenza del windsurf ha confermato di essere tornata prepotentemente alla ribalta, a discapito dei kite e dei sup delle scorse edizioni e guardando i vari stand, si capisce che l’arrivo del foil sia una spinta a nuove sfide!
Qualche novità l’ho portata a casa anche io, infatti grazie al supporto tecnico e di collaborazione dei miei partners Gaastra & Tabou, quest’anno la SurfStar ha organizzato presso il centro di San Teodoro il primo clinic di Foil e di tecniche Slalom, niente po po di meno, che con il buon Ross Williams, il quale si metterà a diposizione di chiunque fosse interessato ad approfondire la disciplina emergente o portarsi a casa qualche consiglio per essere più competitivo con gli amici o in regata!

Per via degli impegni sportivi di Ross, e anche per avere la maggiore sicurezza possibile riguardo le condimeteo, il periodo prescelto va dal 16 al 22 di ottobre. Seguiteci sul nostro sito www.surfstar.it oppure sui social media facebook e instagram @s_u_r_f_s_t_a_r per essere aggiornati sui dettagli ed eventuali cambi di programma… STAY TUNED!
Bene ragazzi, anche per quest’anno qualche novità dalla fredda Westfalia ve l’ho portata, mi raccomando, teniamo duro per passare quest’ondata di gelo che mentre vi scrivo sta imperversando sul nostro continente, io non vedo l’ora di rimettere i piedi nelle straps!
Vi aspetto in Sardegna!!

Il Boot di… Eugenio! ultima modifica: 2019-02-05T11:39:57+02:00 da smink