Il week-end a Sylt…

Mentre noi ci “trastullavamo” piacevolmente con la tramontana a Noli, più a nord, a Sylt, il week-end è stata abbastanza intenso.
Gia venerdì non si è perso troppo tempo con le operazioni di registrazione dei concorrenti ed è subito partito il single elimination wave maschile che ha visto due dei cinque pretendenti al titolo uscire di scena sin dalle prime heat: Browne è stato “impallinato” dal “freestyler” Ruenes e Koster dallo “slalomista” Quentel.

Quindi alla ripresa dei giochi Fernandez che ha fatto fuori Williams se la dovrà vedere con l’osso duro Juban, Stone che ha eliminato Noireaux con Danielsen e Campello, che si è liberato facilmente di Bolaños, se la vedrà con Jamaer.
Anche per le donne (poche a dire la verità) è iniziato il sigle elimination wave, fermatosi alle semifinali: alla ripresa si vedrà Iballa contro la Wahl e Offringa contro la Erpenstein.

L’attesa però è tranquilla perché Iballa, con la sorella Daida fuori dai giochi da tempo per infortunio, si è già laureata campione del mondo wave per la quinta volta consecutiva, mentre Sarah-Quita si può fregiare del titolo di vice campione del mondo wave, con l’assente Daida che chiude il podio 2018!
Se il primo giorno è stato dedicato al wave, sabato è stata la volta di slalom e foil maschile. Matteo Iachino ha iniziato alla grande nel foil, disciplina in cui negli ultimi mesi si sta allenando assiduamente e con ben due primi posto è al momento il leader della tappa davanti all’eterno rivale Albeau che lo tallona con un 2° ed un 3° posto.

Albeau che si è però portato avanti nella classifica che conta e cioè quella slalom, dove, nelle due prove disputate, è finito per ben due volte terzo, risultato che lo proietta al secondo posto nella classifica provvisoria della tappa dietro a Mortefon, apparso bello in palla, tanto da vincere il primo slalom e chiudere al 4° posto il secondo.

I giochi però non sono fatti perché Matteo, che ha mancato le finale nel primo slalom, chiudendo in una frustrante undicesima posizione, si è rimboccato le maniche e nel secondo slalom è partito a bomba e nessuno è riuscito a fermarlo. Adesso c’è da sperare che non si perda tempo e si preferisca concludere i tabelloni di altre discipline (come lo scorso anno) e si disputino almeno altri due slalom, che porterebbero al primo scarto… vedremo!
Da segnalare anche il buon cammino di Ferin nei primi due slalom che gli valgono il 10° posto provvisorio…

Photos © PWA/Carter

Current Ranking 2018 Mercedes-Benz Sylt PWA Super Grand Slam – Men’s Slalom
*After Two Eliminations
1st Pierre Mortefon (FRA – Fanatic / Duotone / Chopper Fins)
2nd Antoine Albeau (FRA – RRD / NeilPryde)
3rd Antoine Questel (FRA – Starboard / S2Maui)
4th Ross Williams (GBR – Tabou / GA Sails / Shamal Sunglasses)
4th Cyril Moussilmani (FRA – RRD / Severne)
6th Matteo Iachino (ITA – Starboard / Severne / Shamal Sunglasses)
7th Julien Quentel (SXM – Patrik / Avanti)
8th Basile Jacquin (FRA – RRD / Point-7)
9th Nicolas Warembourg (FRA – JP / NeilPryde)
10th Andrea Ferin (ITA – RRD / Challenger Sails / AL360)

Current Ranking 2018 Mercedes-Benz Sylt PWA Super Grand Slam – Men’s Foil
*After Two Eliminations
1st Matteo Iachino (ITA – Starboard / Severne / Shamal Sunglasses)
2nd Antoine Albeau (FRA – RRD / NeilPryde)
3rd Nicolas Goyard (FRA – Tabou / GA Sails)
4th Alexandre Cousin (FRA – Patrik / GA Sails / Chopper Fins)
5th Julien Bontemps (FRA – JP / NeilPryde)
6th Amado Vrieswijk (NB – JP / Severne)
7th Antoine Questel (FRA- Starboard / S2Maui)
8th Mateus Isaac (BRA – JP / NeilPryde)
9th Arnon Dagan (ISR – RRD / NeilPryde)
10th Steve Allen (AUS – Patrik / Severne)

Il week-end a Sylt… ultima modifica: 2018-10-01T09:39:40+02:00 da smink