Gera 8 Aprile 2018

Gera 8 Aprile, report di Giuseppe Cassone – Dopo la bella uscita del giorno prima, c’è ancora qualche speranza di poter replicare anche domenica, visto che l’est in pianura non accennava a diminuire. Non a caso la mattina a Valma il vento era assente come sempre con la componente orientale in pianura.

C’era però, stavolta, da fare i conti con le nuvole che diversamente dal giorno prima si addensavano anche il montagna, rendendo molto a rischio la possibilità che l’est potesse sfogare in alto lago. Visto che però l’alternativa era un pranzo con alcuni familiari di mia moglie al Circolo del Tennis di Como (appuntamenti mondani che non amo particolarmente…. se devo andare in un circolo del tennis ci vado per fare sport!) tanto vale provare e così mi sono avviato con l’idea di fermarmi a Cremia e scendere prima del solito ingorgo stradale della domenica pomeriggio.

Con piacevole sorpresa, complice ovviamente il grigio che incombeva su Como e sul lago in generale, in giro non c’era praticamente alcuna macchina, così, appena sono arrivato a Cremia, constatando ancora solo una leggera brezza, mi sono allungato a Gera dove sapevo che avrei trovato Vico, Piero e Nicola, ed era poi lo spot che reputavo quello che avrebbe  offerto maggiori chance di fare qualche planata. Avviso anche Andrea e Dino (anche loro come me diretti a Cremia) di raggiungermi a Gera.

Alle 13 sono al parcheggio. C’è Nicola, c’è Vico e Piero è in arrivo. Andiamo a mangiare un panino al Bar Pace ma al termine del pranzo, alle 14.15, c’è ancora solo una leggera brezza con le speranze che iniziano a vacillare. Giusto qualche Kite Foil in lontananza, nel lago semi deserto.

Alle 14.45 però ci accorgiamo che sembrano esserci una decina di nodi in mezzo al lago. Un amico svizzero  entra con tavola e Foil Naish con vela 5.6. E’ lui che da il la alla nostra giornata. Vico arma subito la 8.4, io, Andrea, Dino e gli altri lo seguiamo a ruota. Io approfitto della Speedster 7.2 di test per non perdere la possibilità di piazzare la doppietta. Penso di dover pompare tutto il giorno ma invece, come si percepiva da riva, a centro lago c’è una raffica che fa prendere facilmente la planata. Vederci planare bene ovviamente stimola anche i più sfiduciati ad armare. Solo Piero, che aveva lasciato tavola e vela grande, resta a terra con la mia macchina fotografica per fare qualche foto. In cambio gli prometto qualche bordo col la mia alla prima pausa.

Pian piano il vento aumenta di intensità, restando però limitato ad alcuni canaloni, seppur larghi, di raffica. Canaloni che però permettano comunque di divertirci. Il vento non raggiunge l’intensità del giorno prima (dove a metà pomeriggio l’anemometro di Gera aveva segnato 37 km/h) ma resta comunque tale da garantirci planate senza discontinuità. Nel tardo pomeriggio anzi inizia a salire ulteriormente di intensità, tanto che per qualche minuto penso di andare ad armare FSW e 5.8 ma alla fine, malgrado la pausa fatta per far divertire Piero (durante la quale ho fatto io altre foto a lui e agli altri), decido di chiudere così un weekend che aveva regalato una bella doppietta. Un bel regalo per i miei 48, che sto festeggiando giusto adesso mentre vi scrivo. Alla prossima.

Gera 8 Aprile, foto

Ecco le foto che Cassik e Piero hanno fatto durante la giornata

Altri Report Fotografici

Per altri Report Fotografici su Wind News visitate l’apposita pagina dei Foto Report 

Gera 8 Aprile 2018 ultima modifica: 2018-04-10T14:57:41+00:00 da cassik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rispondi per proseguire *